Maggio

Finisce anche Maggio,

il mese delle rose.

Forse, il più profumato, perché sapeva un po’ di riconquista di spazi e libertà.

I parchi, il verde, i colori, per alunni, quasi dimenticati.

Ho prenotato, ancora, e sto pensando di rifarlo.

Il mio ragazzo me lo ha detto : ” con te è facile, basta dirti di prenotare, neanche so cosa”.

La mia sete nel vedere è rimasta troppo quieta, sommersa, dai libri che un po’ hanno comunque fatto viaggiare.

Domani è già mese nuovo e non me ne capacito.

Marzo nero e il bollettino delle 18 sembrano già scomparsi.

Forse, era tuta una bugia, come dicono i giletati.

Pubblicato da Miarrovello

Filosofeggiando di baggianate

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: