Novembre

Novembre sta sfuggendo, come il vento freddo che ha portato.

I vicini mi chiedono:

“Quando te ne vai?”

Sapevo che anche questa casa avrebbe avuto una data di scadenza.

Ieri la nuova coinquilina ha portato i suoi scatoloni.

Non ho soffiato come il mio nuovo micio, alla vista di questa invasione barbarica.

Ho curiosato, ho cercato di capire chi fosse questa sconosciuta con una scatola di “dixit” e mille libri di scienza.

Ti auguro la bellezza che ho provato io.

Ti auguro di viverla e amarla, di metterti al sole in terrazza la mattina.

È l’ora migliore.

Pubblicato da Miarrovello

Filosofeggiando di baggianate

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

<span>%d</span> blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: