Plexiglas

La verità è che parti per scalare le montagne..e poi ti fermi al primo ristorante”.Dice quel grandissimo di Brunori sas.In effetti, è quello che è stato oggi“ragà pronti alle 9 e mezza massimo”Reale partenza ore 11.00Scorte de cibo e birra.Il diluvio universale.Barriere in plexiglas, che ancora non sai se se scrive realmente così oppure èContinua a leggere “Plexiglas”

pizza indigesta

Questa notte mi sono arrovellata su una risposta che avrei tanto voluto dare, ma, non per mancanza di coraggio, non ho detto. Non so se capita mai anche a voi, di pensare che l’altro abbia usato una specifica parola, apposta per danneggiarvi e pur accorgendovi non avete reagito. Non sono un guerriero delle ingiustizie perdute,Continua a leggere “pizza indigesta”

Scusate avevo dimenticato

Scusate se avevo dimenticato lo scoccio di un bacio sulla guancia. Scusate se avevo dimenticato la tenerezza del rimbocco alle coperte. Scusate avevo dimenticato come ci si prende cura di qualcuno. Scusate avevo dimenticato come ci si saluta. Questa cosa del gomito contro gomito, mi terrorizza. Vorrei di più, non so se posso. Tutto dilagaContinua a leggere “Scusate avevo dimenticato”

Diario 1 e forse anche 2

I progetti come sempre nelle mia vita naufragano nel momento in cui decido di compierli. Sarà la pigrizia, sarà la vita in generale. Questi giorni di ritorno moderato alla normalità, contornato da giudizi e bollettini, a me sono scorsi come sabbia. Oggi ho visitato un castello, ho riso tanto. Ieri sono stata a cena fuori.Continua a leggere “Diario 1 e forse anche 2”