Perché ti svegli?

Sono uscita in terrazzo e c’era il mio vicino che batteva la scopa in garage. Il mio vicino è uno di quegli uomini un po’ tuttofare. Dall’inizio della quarantena, accende la radio: pulisce, taglia legna, sbatte con il martello, dipinge e ripara la macchina, anche se non la usa. Nella casa affianco abitano due bambini:Continua a leggere “Perché ti svegli?”

Donne, dududu

Cosa vuol dire essere una donna oggi? Non lo so, o meglio, come faccio a definirmi donna? Ho 27 anni e ancora dubito che sia la mia reale età. Non lo so. Vivo con altre due ragazze, estremamente diverse tra loro, eppure… Eppure siamo tre giovani donne. Siamo donne solo perché abbiamo il ciclo? Oddio,Continua a leggere “Donne, dududu”

Cosa sarà di noi?

Ultimamente si sentorno teorie tra le più disparate: saremo tutti depressi, ci saranno conseguenze emotive, di isolamento sociale, dobbiamo abituarci alla malattia. Oggi ho vinto 50 euro di buono, formula volo più hotel. Ironia della sorte è il periodo in cui meno si viaggerà nella storia. Per una persona con i “piedi ballerini” come meContinua a leggere “Cosa sarà di noi?”

Sta andando tutto bene

Un papà in piena attività di giardinaggio viene richiamato all’attenti. Sono due giorni che questo poveretto pota, taglia e pulisce. E’ un progetto delicato: alla fine della quarantena il suo giardino sarà come la reggia di Versailles. Un vecchio sfreccia in bici, dotato di mascherina, ne va fiero, è riuscito ad accaparrarsela. Il cane dellaContinua a leggere “Sta andando tutto bene”

Caffè letterario

Caffè letterario, musica jazz in sottofondo. Io non ci riesco proprio, penso che la gente sia completamente pazza.Il caffè è quasi vuoto, io sono la novità; io sono quella con il taccuino aperto a buttare giù cose che nessuno leggerà mai.Una ragazza commenta con l’amica lo scorso esame di letteratura francese. Eccola lì: bicchiere diContinua a leggere “Caffè letterario”