Maialino tibetano

Il crollo del dopo pasquetta. Lo ammetto non sono più quella di una volta. Adesso mi troverete fra gli scomparti del supermercato alla ricerca di farina di ceci o senza glutine. La mia ultima cronologia su google riguardava i metodi di sostituzione del lievito di birra, per via delle intolleranze. Sì, per chi ha fragilitàContinua a leggere “Maialino tibetano”

Pasqua s’aggiusta

Questa mattina non ero sola al balcone. Vicino alla mia casetta tutta gialla, ce n’è una bianca. Sotto abitano i fratellini Vittoria ed Egidio, sopra un’anziana signora che non avevo mai visto. Oggi si è affacciata, ha sistemato un tavolinetto piccolo e una bottiglia di acqua bella piena. Si è acconciata un po’ i capelliContinua a leggere “Pasqua s’aggiusta”

Nella vita un po’ di mousse

Oggi leggevo Tropico del Cancro e mi sono imbattuta in una citazione. ” la vita,” dice Emerson, ” è fatta di ciò che l’uomo pensa tutto il giorno”. Se è così, allora la mia vita non è altro che un enorme intestino. Tutto il giorno non penso ad altro che al cibo; non solo: meContinua a leggere “Nella vita un po’ di mousse”

Cosa sarà di noi?

Ultimamente si sentorno teorie tra le più disparate: saremo tutti depressi, ci saranno conseguenze emotive, di isolamento sociale, dobbiamo abituarci alla malattia. Oggi ho vinto 50 euro di buono, formula volo più hotel. Ironia della sorte è il periodo in cui meno si viaggerà nella storia. Per una persona con i “piedi ballerini” come meContinua a leggere “Cosa sarà di noi?”